Petroplus: banche congelano credito “indispensabile”, crollo in Borsa

I siti di Cressier (CH), Coryton (GB), Anversa (Belgio), Petit Couronne (Francia) e Ingolstadt (Germania) possono trattare insieme 660.000 barili quotidiani.

Ma le banche hanno chiuso la linea di credito operativa da 1 BL $, entro qualche giorno 5 raffinerie non avranno greggio da raffinare.

Se ne avvantaggera’ qualche altro (vd Saras/Erg) o vedremo un effetto domino a livello europeo?

http://www.businesswire.com/news/home/20111227005237/it

Stop a linea da 1mld $. Gruppo non puo’ piu’ comprare greggio Ginevra, 27 dic – Petroplus, maggiore raffinatore petrolifero indipendente europeo, ha reso noto che una linea di credito di circa un miliardo di dollari – ritenuta “indispensabile” per poter operare – e’ stata congelata dai propri creditori. Pesante la reazione del titolo in Borsa, dove in tarda mattinata cedeva oltre il 37% a 2,16 franchi, in un mercato che stazionava vicino alla parita’. Il gruppo svizzero, che si trova in stato di crisi a causa della sovraccapacita’ che esiste in Europa nel settore, non ha spiegato le ragioni del disaccordo con le banche e comunque ha annunciato “di avere l’intenzione di continuare a trattare con le banche per un rapido ripristino delle linee di credito” e che sta “valutando ulteriori opzioni strategiche per mantenere in attivita’ la propria rete europea di raffinazione e distribuzione”. Intanto il suo direttore finanziario, Joseph Watson, ha annunciato che “attualmente non possiamo piu’ acquistare petrolio, tenuto conto che ne acquistiamo giornalmente 500 mila barili al giorno”. Man- 27-12-11 10:40:03 (0074)ene 5
http://www.businesswire.com/news/home/20111227005237/it

Annunci